Networking Planet

Ecopsicologia in azione

ciao a tutti.

sono Alessandra.

ho sentito l'esigenza di inserire un nuovo forum per condividere piccole emozioni che possono generare grandi pensieri.

ieri ho lavorato al parco nazionale dell'Asinara, ho accompagnato un gruppo di tedeschi in un trekking, ed ho conosciuto un signore molto interessante che mi ha segnalato questo scrittore

http://english.storl.de/publications/books/healing-lyme-disease-nat...

mi piacerebbe molto leggere il suo libro sul rapporto di interscambio di emozioni con le piante, ma nn lo trovo, lo conoscete ? avete informazioni da darmi a riguardo? grazie...

vorrei citare una frase che questo signore (di cui nn conosco il nome) mi ha detto...

"se ti fa male lo stomaco quando vedi la carne e non riesci a mangiarla è perchè il tuo spirito ti sta parlando attraverso lo stomaco, ascoltalo"

...mi sta facendo pensare molto...

Visualizzazioni: 70

Rispondi

Risposte a questa discussione

Interessante!

Il libro del link è sul trattamento di una malattia che si prende con i morsi delle zecche, ho un amico che l'ha avuta. Dice di usare le piante al posto degli antibiotici, una in particolare - la conosco, ma non so il nome - interessante!

Lui è un etnobotanico... wow, sembra proprio un tipo in gamba. L'home page del sito è questa:

http://english.storl.de/

Comunque, se già non lo conosci, questo libro risponde alla tua richiesta:

La vita segreta delle Piante   di Peter Tompkins e Christopher Bird. E' un classico.

Grazie Alessandra!

Colgo l'occasione per segnalare un link a uno splendido trailer che ho scoperto cercando il libro di Tompkins: https://www.youtube.com/watch?v=Fa_uGeX1T10

Nel video usa le radici del Cardo dei lanaioli (Dipsacus fullonum) , una pianta medicinale con molte proprietà e le cui radici vengono essiccate in luoghi non umidi e avvolte in panni asciutti e utilizzate come decotto.

grazie marcella, 

cercherò e leggerò questo libro,

(finalmente ho ripreso anche con la lettura che avevo completamente abbandonato e mi mancava molto)

ora vado a vedere il video

grazie Angela!!! :)

ciao a tutti

volevo chiedervi se per caso conoscete nella vostra tradizione un usanza, chiamata qui in Sardegna,

"medicina dell'occhio"

nel caso, con che materiali si svolge?

vorrei condividere con voi un episodio particolare.

grazie a tutti.

Ciao Alessandra,

si anche qui in Molise esiste la "cura per il malocchio" o più riti ad esso associati. Il materiale e i riti dipendono dalla zona, dalla persona a cui viene fatto il malocchio, dal tipo di malocchio e dalla persona che viene incaricata a curarlo.

Quando ero piccola il rito diffuso che ho visto più e più volte serviva a identificare il tipo di malocchio e a curare e i materiali usati erano (un piatto di ceramica, dell'acqua benedetta, olio d'oliva benedetto per valutare la presenza o meno, la tipologia e la sua "gravità", forbici benedette e una litania o preghiera per la cura insieme a gesti e movimenti di rituale).

Per protezione per il malocchio si usano vari accorgimenti (per esempio forbicine minuscole da mettere sul neonato e sulla culla o da portare sempre con se).



alessandra zinchiri ha detto:

ciao a tutti

volevo chiedervi se per caso conoscete nella vostra tradizione un usanza, chiamata qui in Sardegna,

"medicina dell'occhio"

nel caso, con che materiali si svolge?

vorrei condividere con voi un episodio particolare.

grazie a tutti.

Rispondi alla discussione

RSS

© 2017   Creato da Marcella Danon.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio