Networking Planet

Ecopsicologia in azione

Benvenuta, benvenuto a Ecopsiché!

Se ti sei iscritto a una formazione e hai piacere di presentarti alla Community, ecco il posto in cui lasciare una tua breve presentazione, se vuoi. Qui sarà visibile a tutti.

Se preferisci lasciarla in ambito più privato, c'è:

Sto riportando qui le condivisioni lasciate su diversi post. Ancora uan volta, benvenuti, è uan grande gioia avervi qui con noi su questo sentiero, che sta diventando una strada bianca tra campi e, soprattutto, boschi!

Marcella

Visualizzazioni: 190

Rispondi

Risposte a questa discussione

Benvenuti! Networking Planet, Centro Studi di Ecopsiché Scuola di Ecopsicologia è nato nel 2005 per creare una piattaforma virtuale di incontro e formazione anche per chi abita lontano da Osnago, lontano dai laghi e dalle prealpi lombarde.

L’Ecopsicologia, come leggerai, è nata negli anni ‘90 in California e si sta diffondendo in Europa soprattutto a partire dal 2006, dopo la nascita della European Ecopsychology Society. E’ ancora un campo molto innovativo e poco conosciuto, con ampie possibilità di sviluppo e applicazione.

Negli anni, ci sono state partecipazioni da diversi paesi – Spagna, Svizzera, Francia, Inghilterra, Irlanda, Belgio, Uruguay, Brasile – e sul forum dedicato al corso ancora troverai testimonianze, in altre lingue, da parte di persone che capiscono l’italiano, ma hanno preferito scrivere nella loro madrelingua.

L'Ecopsicologia è un campo molto vasto. E' più una visione di vita che una semplice disciplina vera e propria e sono sicura che ti risuonerà in profondità, permettendo di dare spazio, ascolto e condivisione a un sentire che ti ha sempre caratterizzata/o… altrimenti non saresti giunta/o qui! Avremo modo di parlarne a lungo nel corso di questi due anni insieme.
Buona partecipazione e luminose giornate!

GIRO DI PRESENTAZIONE

Le condivisioni di Ilaria Rizzuti  riportate a questo post.

9 Set 2018

Ciao a tutti,

mi chiamo ilaria, sono laureata in Psicologia e vengo da Torino.

Ho conosciuto l' ecopsicologia fortuitamente e fortunatamente durante la scrittura della mia tesi, lavoro nella quale mi sono occupata di approfondire tematiche come:

- lo sfruttamento della terra

- lo sfruttamento degli (altri) animali

- come essi siano nati culturalmente e storicamente, portandoci all' alienazione e alla mancanza di compartecipazione con il resto del vivente vissuto come altro da noi, piuttosto che come unità.


L' ecopsicologia era proprio quello che volevo trovare e l' ho trovata! Mi interessava poter affrontare questi argomenti da un punto di vista psicologico e per me è stato un vero piacere scoprire che gia esisteva una branca della psicologia che condivideva la mia stessa visuale....

Mi aspetto soprattutto di acquisire nuovi strumenti per il mio lavoro

Il contributo che posso e possiamo dare alla terra è grande. Ognuno di noi può fare qualcosa.

Sono già attivamente impegnata per la difesa degli animali e dell' ambiente, con questo percorso mi aspetto di poter fare tutto questo anche da un punto di vista lavorativo, potendo raggiungere più persone, aiutando sia la Terra, sia le persone a stare meglio.

_______________

29 Gennaio 2019

Buongiorno a tutti...

oggi vi racconterò qualcosa di me..

Una cosa che mi piace del mio essere viva sulla terra è potere sentire sulla pelle i caldi raggi del sole, respirare l' aria fresca e poter godere dei frutti e vegetali buonissimi che la terra ci offre... Mi piace la mia individualità, che come ogni altra, è unica nelle sue sfaccettature. 

Un luogo per me magico dell' infanzia è la casa in cui ho vissuto dai 3 ai 7 anni, una casa di campagna con il giardino e l' orto, una sorta di altalena-trapezio su cui andavo.. Avevamo una bellissima gattina tutta bianca che era la mia compagna di giochi e di coccole.. in quella casa potevo esplorare la natura...

le persone che mi hanno aiutato a credere in me sono i miei genitori che hanno sempre avuto fiducia nelle mie potenzialità di studiare, lavorare, creare e costruire qualcosa di bello..

Una cosa che amo fare è lunghe passeggiate con i miei cani!

Di me apprezzo la sensibilità e la simpatia. :D 

Un' attività quotidiana che svolgo che ritengo in sintonia con l' ecopsicologia è l' impegno che ripongo nel cercare di riconnettere emotivamente le persone a tutti gli animali. L' ecopsicologia è collegata perchè cosi come abbiamo perso il contatto con la natura, lo abbiamo perso anche con gli animali e siamo stati portati ad accettare un sistema di violenza ai loro danni che è in forte contrasto con i nostri valori più profondi di non violenza e giustizia.

Un abbraccio

Ilaria

IES TRAINING di ECOTUNING

Buonasera a tutte, buonasera a tutti.

Io sono Sarah, appassionata di psicologia, di natura, di spiritualità e di ben-essere (mi sono laureata con una tesi riguardante la relazione tra l’ambiente naturale ed il benessere psicologico)… inevitabile l’approdo all’ecopsicologia!

Sono nata e cresciuta immersa nel cuore delle Alpi e non riuscirei nemmeno volendo a scindere il mio senso di identità dall’ambiente naturale. Amo perdermi nei boschi, ammirare la volta celeste, galoppare insieme ai miei adorati cavalli; amo il silenzio e la comunicazione intimamente vera, quella che non ha bisogno di troppe parole e che tocca l’animo.

In questo percorso, cerco un sentiero che mi porti sempre più in profondità nella conoscenza di me stessa e che mi consenta di trovare strumenti pratici per favorire simili esperienze anche ad altri che così desiderino.

Fortemente legato a tutto ciò sento il mio stare sulla Terra, in questo momento.

A tutti noi, buon viaggio!

Sarah

IES TRAINING di ECOCOUNSELING

Ciao a tutti! 

Eccomi qui, mi presento...utilizzando la presentazione fatta per la prima lezione di Ecocentering! 

  • 1. Chi sono? 

Mi chiamo Rossella, attualmente abito nella culla delle montagne trentine, luogo dove sono nata e a cui ho sentito di voler fare ritorno dopo due anni di esplorazione dell'italia come wwoofer in aziende agricole, fattorie didattiche ed ecovillaggi. Avevo fatto questa scelta dopo aver terminato una formazione in naturopatia: sentivo il bisogno di vivere e conoscere la natura davvero, dopo averla studiata sui libri. Il viaggio che ho intrapreso nella realtà rurale e selvatica e l'incontro con il progetto di "Italia che Cambia" mi hanno portata ad approfondire la pratica dell'agricoltura naturale e biodinamica, la decrescita felice, il movimento della transizione, i principi della permacultura e la sociocrazia. 

Tutto questo ha fatto in modo che oggi mi occupi di educazione ambientale e cooperativa, alimentando il mio interesse per l'educazione dei più piccoli. Attualmente collaboro anche con un orto sociale dove organizzo eventi e curo le attività didattiche. 

Tuttavia il filo rosso degli ultimi 10 anni della mia vita lo riconosco nell'interesse per l'esplorazione del mondo interiore che mi ha portata a conoscere e approfondire la biodanza, la comunicazione non violenta e la comunicazione ecologica, la psicosintesi e la bioenergetica. E infine la pratica della meditazione sulla coscienza e l'approccio della non-dualità. 

  • 2. Che cosa mi ha spinto a iscrivermi e partecipare a questo corso?

Ciò che realmente mi ha spinto a intraprendere questo percorso è stata la profonda percezione che "siamo uno". Da questa consapevolezza percettiva è stato poi chiaro come la natura - con le sue leggi- ci mostra chiaramente questa realtà: tutto proviene dalla stessa sorgente ed è per questo interconnesso. Questa comprensione è stata per me talmente sconvolgente e impattante da sentire la chiamata a diffonderla "come un virus" e a creare le condizioni necessarie perchè anche altri possano accedere a questa consapevolezza. 

Il mio intento è quello di comprendere sempre più a fondo quest'intuizione e le sue implicazioni pratiche e trovare un giusto modo per renderla accessibile anche ad altri. 

In quest'ottica l'ecopsicologia...che collega un sapere sull'ecologia a un sapere sull'uomo mi sembrava lo strumento più adatto di cui potessi attrezzarmi per portare avanti il mio intento, consolidare vecchi strumenti già sperimentati da poter utilizzare nei gruppi e apprenderne di nuovi. 

  • 3. Quale l'aspettativa di queste quattordici lezioni e questo momento di scambio virtuale con altri ricercatori?

Non ho particolari aspettative rispetto a questo percorso di Ecocentering, anche se dopo aver fatto la prima lezione ho la sensazione che sarà un modo per approfondire l'esplorazione delle mia relazione con il mondo esterno e interno, mettermi in discussione con un approccio nuovo e sconosciuto e fare pratica della centratura, strumento che sento simile alla meditazione che pratico. 

  • 4. Quale è il contributo mio personale che penso di poter dare alla Terra in questa particolare contingenza di crisi ecologica in cui viviamo?

Sento che il mio contributo sia (come quello di tutti) semplice ma non facile: fare la mia parte, in ogni ambito della mia esperienza terrestre. 

Dal comprare cibo locale e di stagione da piccoli produttori che praticano agricoltura naturale e fare parte di un gruppo di acquisto solidale, dall'acquistare lo stretto necessario (e quanto più possibile usato) e riusare, rinventare l'utilizzo delle cose quanto più possibile, fare l'orto e il compostaggio, utilizzare quanto meno possibile l'auto, non dare i miei soldi alle banche armate, boicottare tutte le aziende che non lavorano secondo dei principi di etica ambientale e sociale, nutrire il mio corpo e la mia anima in modo sano, senza dimenticare il necessario ma senza eccessi, praticare relazioni ecologiche. In breve, vivere quanto più e sempre più secondo le leggi della natura, arrendendomi all'arroganza dell'ego umano e fare quanto più possibile - con il mio lavoro ed essendo semplicemente me stessa- per vivere con la consapevolezza di essere parte di un tutto integrato. 

IES TRAINING di ECOTUNING

Ciao a tutt*, io sono Luca e vengo da Genova, una città dove terra e mare si incontrano continuamente, dando vita a scorci e a colori pittoreschi, e dove (almeno in parte) la presenza dell'uomo ha saputo convivere con il suo contesto naturale.

Forse proprio per questo sono da sempre interessato agli elementi della natura e al contatto con essa, nutrendo una profonda convinzione che il vivere seguendo i suoi ritmi possa davvero portarci ad una condizione di benessere, troppo spesso trascurato.

Il mio percorso di studi mi vede attualmente svolgere il tirocinio professionalizzante, dopo aver conseguito la laurea magistrale in Psicologia a Torino e la triennale a Genova. Inoltre, la necessità di diffondere il benessere derivato dal trascorrere il tempo immerso nel verde mi ha portato ad incontrare questa scuola, quasi per caso.

Fin da subito sono stato attratto dall'unione delle due discpline cardine della scuola, la Psicologia e l'Ecologia, che hanno assunto una nuova connotazione dentro di me, facendomi intravedere un sentiero nuovo verso il quale indirizzarmi e che stavo da tempo cercando.

Ovviamente sono solo all'inizio del mio percorso da Ecotuner, ma credo che possa condurmi ad una maggiore consapevolezza, sia personale che collettiva, rispetto al sentirmi parte di questo immenso ecosistema di cui tutti facciamo parte.

Ho dunque grande fiducia in questa nuova disciplina e spero che questo percorso possa portare grandi soddisfazioni a tutti coloro che hanno avuto il coraggio di intraprenderlo.

Un saluto,

Luca

IES TRAINING di ECOTUNING

Ciao a tutti !

Sono davvero molto contenta di iniziare questo viaggio, perché per me lo è un viaggio.

Sono Paola, vivo in Valle di Susa da ormai 27 anni e quando mi chiedono dove abitavo prima quasi mi spiace dirlo perché arrivo dalla città, da Torino. Ho sempre voluto vivere in ampi spazi e la città, pur regalando moltissime comodità non mi ha mai dato occasione per mettere radici.

Le radici, quelle che sento affondare nelle rocce e tra gli aghi di pino montano, tra le foglie dei faggi e tra le castagne e la rosa canina e il ginepro, sono qua in montagna a contatto con gli elementi. Ogni anno, ogni mese e ogni giorno della mia vita da quando ho “cambiato vita”, sento di appartenere a questa valle, questa è realmente casa mia. Vivo in una famiglia allargata che ho così tanto desiderato fin da bambina; il nucleo si compone di un marito, 4 cani , 3 gatti , 2 coniglietti e 1 cocorita ( in casa ); fuori casa ci sono i miei vicini straordinariamente creativi e diversi dai soliti vicini di casa : caprioli, volpi, faine, donnole, poiane, falchi, gipeti, merli, pettirossi, vipere, bisce, salamandre e sono solo alcuni ( l’elenco sarebbe davvero lunghissimo).

Dal 2009 mi occupo di relazione uomo animale, prima come operatrice pet therapy e operatore in zooantropologia didattica, adesso unicamente come counselor; ho volutamente abbandonato la definizione di operatore pet therapy per un senso di stretto e definito che non mi apparteneva più. Sono coach dal 2008 e lavoro in ambito aziendale oltre che in colloquio individuale. Lavoro in studio e anche all’aperto se possibile.

Mi sono iscritta a questo percorso perché ho voglia e desiderio di imparare e portare contributi innovativi. MI aspetto di crescere e di essere utile. Il mio contributo personale alla Terra è quello di essere presente per proteggerla e per farla conoscere. Quando nel 2017 la mia valle è stata massacrata dagli incendi e io sono stata sgomberata da casa una sera perché le fiamme erano molto vicine,  ho capito ma soprattutto ho sentito un dolore tanto forte e profondo che mi riesce impossibile descriverlo. Le fiamme avevano distrutto ettari ed ettari di bosco e ucciso migliaia di animali. Avevo visto gli scheletri degli alberi e le carcasse di quelle povere bestiole che non erano riuscite a scappare. Era straziante. Un lutto. Mi sentivo fuori posto perché giudicavo il mio dolore innaturale, era troppo e allora, sono andata in valle a cercare qualcuno che provasse quello che io stavo provando e l’ho trovato. Ho scoperto di non essere sola. Il mio contributo e quello della mia famiglia alternativa è di essere una voce in più, nel mio lavoro di counselor e coach, di  essere una voce “ ecologica” che ascolta in modo aperto e accoglie come fa madre terra.

INTRODUZIONE all'ECOPSICOLOGIA

Allegati:

Buongiorno a tutti!


Mi chiamo Cristina Verderio, vivo in provincia di Monza e Brianza e mi sono appena iscritta al percorso professionale Green Coach. Ho pensato fosse opportuno inserire qualche informazione di presentazione al Gruppo.

Sono titolare di una start-up individuale dedicata esclusivamente alla voce, come strumento che utilizzo io, ma anche come mezzo per aiutare gli altri a coltivare il proprio lato creativo e stare bene (vocal coaching).

Come soprano lirico ho ideato un'esperienza musicale che ho registrato come Cerimonia Vocale, che va oltre il banale concetto di accompagnamento musicale e che ha il fulcro proprio nel potere naturale della voce, nella profondità e nella consapevolezza della Natura umana, oltre che essere ad impatto e consumo zero.

Il canto rappresenta la mia essenza più profonda, dono che ho sin da quando ho memoria e che va di pari passo con la predisposizione nei confronti dell'ascolto delle persone e una certa sensibilità e rapporto innato con la natura, i suoi elementi, i suoi cicli, sia dal punto di vista "fisico" denso, sia da un punto di vista più sottile, energetico.

Questo percorso formativo per me significa integrare e centrare la parte di me che è stata privata di questa libertà sino ad ora (una ricostruzione, una trasmutazione), ma anche dare una forma e un senso definiti al progetto professionale di cui sopra. Riuscire a plasmare i valori del mio progetto in modo quanto più simile a ciò che sono e soprattutto a tutto ciò che voglio donare e trasmettere al mondo, alle persone, al loro benessere.

Sono inoltre appassionata di scienze tradizionali ermetiche ed esoteriche, ma soprattutto di tarologia e discipline affini e mi piace esprimermi anche con altre forme d'arte oltre al canto, come la fotografia e la poesia e nel corso degli anni ho partecipato a numerose mostre e ho scritto un libro che sicuramente entrerà a far parte delle esperienze che vivrò al corso insieme a tutti voi.

Non vedo l'ora di conoscervi tutti!

Sempre di buon cuore,


CRISTINA VERDERIO


GREEN COACHING

Benincontrate/i compagne/i di viaggio, mi chiamo Stefania Ging. Ho 53 anni, vivo a Ferrara.

Sono come voi un’amante appassionata della natura. Insegno progettazione grafica alle superiori e sento il bisogno di rinnovare il mio insegnamento, rendendolo sempre più ecologico.

Da molti anni faccio un percorso di autoconoscenza nella natura (sciamanesimo) e adesso sento la necessità di riunire la mia professione e la mia passione per la natura che ho fin da bambina.

La mia aspettativa è di riuscire a portare guarigione, leggerezza, amore per la natura e armonia nel mio insegnamento e nella mia vita. Mi aspetto di acquisire la capacità di connettere me stessa e il gruppo classe con la bellezza dell’interiorità e della natura. Il mio contributo personale sarà - mi auguro - lo stimolare le studentesse e gli studenti a ripiantare le proprie radici nella Terra Madre.

Un caro saluto ai compagni di viaggio di questa esperienza anzitutto.

 

Mi sono da poco unita al corso di Ecotuning e sto ancora familiarizzando con le modalità di interazione e partecipazione alle varie attività.

E, come è doveroso, entrata in questa bella casa è giusto che dica qualcosa di me e delle mie aspettative.

Mi chiamo Elena, vivo e lavoro a Milano, ho 53 anni e condivido la mia vita con un compagno e due adorati gatti.

Mi occupo di marketing e di partnership, insomma faccio un lavoro che ha poco a che fare con i temi dell’ecopsicologia.

In questa fase del mio percorso esistenziale sono però interessata ad un lavoro di esplorazione personale che mi ha portato ad avvicinarmi ad alcune pratiche, tra cui la bioenergetica.

In parallelo ho iniziato a sentire un “richiamo” dalla natura che non avevo mai percepito in modo così chiaro. Questo è avvenuto grazie al fatto mi sono avvicinata alla montagna, prima come momento di svago e riposo, poi sempre più come esperienza di rigenerazione.

Ho sperimentato su me stessa quanto l’immersione nella natura, soprattutto in un bosco, possa farmi sentire viva e attenta ad ogni dettaglio che mi circonda. Anche felice e realizzata.

Queste sensazioni talvolta sono così forti che mi sembra di “vibrare” insieme a quanto mi circonda, agli alberi soprattutto, ma anche l’acqua dei torrenti, i fiori, e gli animali che si incontrano.

 

Ho raccolto questo segnale, e ho cominciato ad indagare sulla relazione tra uomo e natura.

Ho continuato a coltivare le esperienze personali di contatto con la natura e ho iniziato a leggere testi che parlano di questo argomento.

Così ho incontrato l’ecopsicologia, e soprattutto Marcella Danon, e alla fine, dopo un bellissimo seminario in cascina la Fura, ho capito che volevo proseguire questo percorso di esplorazione anzitutto dentro me stessa, nelle consapevolezza che la sintonia che provo verso la natura mi aiuterà ad aprire altre strade di conoscenza di me stessa e di relazione con gli altri.

 

Credo che una parte fondamentale di questo percorso sia il confronto con le esperienze di altre persone: il seminario in Cascina La Fura è stato illuminante al proposito e sono sicura che troverò ispirazione dalle motivazioni, esperienze e testimonianze di chi con me e prima di me ha deciso di seguire questo percorso. Leggerò con interesse il blog, e spero a mia volta di poter ispirare qualcuno.

 

il modo in cui potrò dare un contributo personale ad accrescere attenzione e sensibilità sull’importanza della nostra relazione con la natura , da cui discende inevitabilmente amore e rispetto per l’ecosistema, è una delle aspettative più grandi che ho.

Vorrei poter essere una testimone, per le persone che incontro e incontrerò, per trasmettere con il mio esempio e con le mie esperienze personali quanta gioia si può sperimentare stando a contatto con la natura, quanta energia e bellezza e pienezza si possono liberare lasciando che che la natura ci guidi e ci ispiri.

 

Benvenuta a Ecocentering Elena! Mi è piaciuto leggere la tua esperienza con la natura. Ho immaginato tutto il tuo percorso e il modo in cui il tuo incontro con la natura stava avvenendo lentamente, ma con crescente profondità. Sono onorata di poterti accompagnare in questo percorso e ti auguro che continui a trovare importanti spunti in compagnia della natura. Un abbraccio

Ana Claudia

Salve a tutti, il mio nome è Valentina Boldrini. Molto felice di essere qui!

Sono nata a Roma, nelle campagne dei castelli Romani. Quando ancora si sentiva l'odore delle piante spontanee.. le cosìdette "erbacce"! Ne sono diventata un'appassionata.

Durante il mio percorso di vita ho incontrato diversi maestri, ed uno di essi è Osho, momento in cui ho ricevuto anche un nome indiano, Prem Shianti. Personalmente non amo nessuna chiesa ma trovo interessanti i molti punti toccati da diverse culture sia religiose che spirituali e tribali, e anche scientifiche che molto spesso si sovrappongono. Utilizzo entrambi i nomi.

Il primo maestro che ho incontrato è stato un falegname con cui ho iniziato il mio primo lavoro di apprendista e che mi ha insegnato le qualità della cura, della pazienza e l'umiltà nel rapporto con la materia. 

Sono un'animo artistico, in gran parte i miei studi si sono svolti in questo ambito. Estremamente creativa con capacità manuali e organizzative che ho potuto sviluppare sul campo in progetti diversi in alcuni paesi dell'Africa. Ho scelto per diversi anni di vivere nella natura, seguendo il suo ritmo.

Essa fin da bambina mi ha offerto uno spazio intimo e protetto, un contenimento incondizionato in cui mi sono nutrita ed ho affinato la mia sensibilità al contatto con gli elementi. Ho viaggiato molto e ho navigato molto in mare, l'elemento acqua è quello che mi ha condotto alla terra, e anche qui oggi.

Ho sentito l'odore di diverse terre e incontrato popoli molto lontani nel Pacifico o nel mezzo dell'Atlantico. Da sempre sensibile alla qualità della presenza dell'essere umano sulla terra, ho scritto per un giornale reportage illustrati di viaggio, trattando con le immagini questo argomento a favore di una maggior consapevolezza ambientale più reale rispetto ad una realtà globale. 

Natura e arte mi hanno offerto lil terreno e i strumenti nella mia ricerca personale insieme ad un percorso di consapevolezza in cui ho potuto volgermi all'interno ed iniziare il mio viaggio interiore nella presenza. Ho esplorato ed affinato la sensibilità rispetto all'"ascolto" prima dentro per poi volgermi all'esterno, alla relazione e all'ambiente.

Ho studiato e praticato tecniche di consapevolezza corporea come il Watsu (Water Shiatsu), in cui sono diventata professionista e l'Antiginnastica che pratico da anni. Sono sensibile all'energia, nel Reiki, nella filosofia dello Zen Shiatsu e nel Tansu ho potuto studiare, esplorare e condividere questa qualità di ricettività.

Oggi è un momento per me di convergenza e centratura, in cui le mie esperienze, le qualità e i miei talenti insieme alle mie passioni sono sbocciate in un'unico fiore che ha la fragranza della mia strada.

So che la natura ci aiuta in milioni di modi a ri-connetterci alla nostra naturalezza, a favore della vita, dell'armonia e della bellezza. Lavorando con le persone ho sentito di essere chiamata a condividere la risorsa della connessione con essa che sento intimamente. A lavorare con lei, la natura.

Ciò che sto facendo nel lavoro in acqua con il Watsu e con le proposte di Benessere ed Ecologia in questo momento è accompagnare le persone in esperienze di consapevolezza corporea e contatto con la natura, con l'esistenza, in uno spirito di condivisione dove ricevo molto.

Personalmente sento di mettermi al servizio di questa ri-connessione, questo il mio pezzetto di contributo che il mio percorso mi porta a scegliere ora e che mi guida in questo momento nel mio percorso di crescita.

Mi sento nel posto giusto e sono molto grata di poter incontrare altre persone con cui condividere questo anelito, con cui collaborare o semplicemente fare amicizia e scambiare esperienze e info.

Sono pronta ad iniziare questa nuova esperienza nella consapevolezza. 

Valentina

Rispondi alla discussione

RSS

© 2020   Creato da Marcella Danon.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio